promo
 Giovedi, 8 Dicembre 2016

ATTENZIONE

Premio letterario
demo-etno-antropologico
E. Banfield

a Chiaromonte(Pz)

organizzato dalla EditricErmes

presto sul nostro sito
il bando di partecipazione

Sondaggi
Quale categoria di libri preferisci?
 
Visitatori
mod_vvisit_counterOggi121
mod_vvisit_counterIeri342
mod_vvisit_counterSettimana910
mod_vvisit_counterMese2049
mod_vvisit_counterTutti385967

Chi e' online

EditricErmes

 

EditricErmes nasce, o meglio, rinasce nel segno di una naturale continuità con le preesistenti Edizioni Ermes della precedente organizzazione tipografico-editoriale. Rispetto al passato l’attuale società muta natura giuridica, non essendo più una cooperativa bensì una società a responsabilità limitata, cioè una società che perde i connotati solidaristici per essere più propensa al rischio e alla ottimizzazione aziendale. L’attenzione, infatti, è concentrata sul libro, non più concepito prioritariamente per meri fini tipografici, bensì assolutizzato per fini di mercato culturale.

Si è resa perciò urgente, se non esclusiva la priorità qualitativa e con essa la suggestione di un’attuazione programmatica ad indirizzo pluridisciplinare ed interregionale, in modo da avere un respiro più ampio ed una soglia di interessi operativi di carattere nazionale ed oltre. In sintonia con ciò sono state portate a compimento brillanti operazioni editoriali, che fanno da sostrato e punto di spinta a quelle di respiro regionalistico. Si segnalano per il loro alto pregio scientifico le Collane aperte con le Università di Bari e di Salerno, mentre prosegue proficua la collaborazione con il corpo docente dell’Università degli Studi della Basilicata.

Altro fronte importante aperto da EditricErmes è la promozione di ambiti culturali cari alla sensibilità lucana e meridionale in genere, nella forma di una cooperazione latamente intensa a manifestazioni culturali cicliche quali i Premi letterari, con particolare riferimento ai temi demo-etno-antropologici, della letteratura, nonché di quelli filosofici e pedagogici.

Così mentre con lenta ma positiva progressione ci si approssima al ventennale della esistenza societaria, una rinnovata volontà progettuale al servizio della cultura e della promozione intellettuale viene elaborando le linee di un consolidamento e di una vocazione espansiva. Questo programma deve avvenire nel segno di una saldatura sia dell’elemento antropico che territoriale, da spendere sul proscenio nazionale in coerente sintonia con la crescente sensibilità federalistica, specchio e strumento di un’autentica combinazione ed esaltazione dei valori particolari con quelli dell’universalismo allotrio.

Nell’auspicio si compia questo ponte ideale, alimentato da sano e vicendevole spirito di servizio, e sintetizzabile concettualmente col noto aforisma latino: “e pluribus unum”, EditricErmes si propone da un’area marginale, ma non inorganica ai flussi del pensiero egemone, quale mezzo efficace per la vitalità della repubblica delle lettere, istituto essenziale alla tolleranza e al civile decoro.

 

 
Cerca...